“La Cascina in Comune”: condivisione e inclusione per una vacanze estiva a misura di disabilità

Una cascina immersa nella campagna umbra per una vacanza all’insegna della condivisione e dell’inclusione, ecco il nuovo progetto sociale della Fondazione La Comune volto a offrire alle famiglie con bambini e ragazzi con disabilità intellettiva un’opportunità nuova di vivere l’estate.
Il progetto, realizzato in collaborazione con la Fattoria Sociale Passacantando, ha l’obbiettivo di creare una proposta per l’estate in cui natura, cura, relax e socialità, possano integrarsi per rispondere al bisogno delle famiglie di godersi momenti di serenità e di vera vacanza.

“La Cascina in Comune” è un progetto che si basa sull’idea della condivisione come
strumento che favorisce i processi di integrazione e miglioramento reciproco della qualità della vita. Un concetto questo fortemente promosso dalla Fondazione La Comune, che per l’elaborazione di questa nuova proposta ha messo a frutto l’esperienza di successo dei progetti di co-housing la “Casa Comune” realizzati a Milano.

“Pensiamo che sia un’occasione di incontro e di relazioni anche per le famiglie, che potranno condividere non solo un periodo di vacanza per sé e i figli, ma seguire i propri ragazzi nelle attività educative e confrontarsi fra loro. Non vogliamo creare un “centro vacanze” ma vogliamo offrire una settimana condivisa e serena, immersi nel verde”, spiega Marco Marzagalli, membro del Consiglio di Amministrazione con delega all’area di intervento sulla disabilità di Fondazione La Comune e responsabile del progetto “La Cascina in Comune”.

La formula:

L’obiettivo è di creare opportunità per socializzare, divertirsi e confrontarsi in un luogo che vuole fare incontrare le persone e farle sentire in vacanza ma in una vera “casa”.
Il progetto “La Cascina in Comune” si realizza negli spazi di un antico casale nella campagna ternana a Santa Maria La Rocca, in cui sono state ricavate zone abitative riservate per famiglie e ampi spazi comuni da condividere insieme agli educatori e agli operatori che gestiscono la struttura.

Il programma della vacanza prevede per i bambini, attività di fattoria didattica
organizzate quotidianamente laboratori (di panificazione, di apicoltura, orti e coltivazioni…), momenti gioco e di svago curati dagli operatori e dagli educatori.

Gli adulti potranno invece rilassarsi in piscina o organizzare escursioni nelle vicine località turistiche (Cascata delle Marmore, Roma, Viterbo, Orvieto…).

L’ospitalità prevede un trattamento di pensione completa con cibi genuini cucinati sul posto che si consumeranno tutti insieme nella sala da pranzo.

Numero di ospiti:

La cascina può ospitare un massimo di 3 famiglie (3/4 pax) oppure 5 coppie (genitore/bambino) in camera doppia o quadrupla. La struttura è disponibile anche ad uso esclusivo di gruppi organizzati (fino a 14 pax con 4 accompagnatori), che potranno usufruire di tutti gli spazi, compresa l’area piscina e un ulteriore spazio al coperto per attività di 50 mq e del personale in loco.

Periodo:

Le prenotazioni vanno da domenica a domenica per un minimo di una settimana. La Cascina
in Comune è prenotabile per il periodo da giugno ad agosto.

Informazioni e prenotazioni:

Marta Pavanello
Fondazione La Comune – Tel. 02 40025360 – email: info@fondazionelacomune.org

articoli correlati

Menu

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi